Curriculum

AVV. ARIANNA CREMONA

L’avv. Arianna Cremona si è laureata in Giurisprudenza, il 10 luglio 2000, con la votazione 110 lode/110 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con tesi in criminologia su ”consenso e conflitto in criminologia”.

Ha rivestito la qualifica di cultore della materia presso la cattedra di criminologia del Prof. Gabrio Forti presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano sino al 2005.

Svolge le funzioni di Vice Procuratore Onorario in servizio alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Varese, dal 18.02.2002.

E’ iscritta all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Busto Arsizio dal 30 giugno 2006, all’elenco dei difensori d’ufficio dal 5 dicembre 2008, a quelli ammessi al patrocinio a spese dello Stato dal 22.05.2009.

E’ iscritta alla Camera Penale di Busto Arsizio dal 2015.

Nel 2014 ha frequentato un corso di formazione sulla violenza alle donne accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Milano, venendo da ultimo inserita nel BURL – serie ordinaria n. 46 del 17.11.2016 tra gli avvocati che hanno proficuamente partecipato ai percorsi formativi finalizzati a garantire un’adeguata assistenza legale alle donne vittime di violenza.

Dal 28.09.2018 risulta inserita nell’elenco dei difensori abiliti all’esercizio avanti le Giurisdizioni Superiori.

Ottima conoscenza dell’inglese e del tedesco, sia scritto che parlato, francese scolastico.



 

DOTT.SSA GIULIA BRUGNEROTTO

L’Avv. Giulia Brugnerotto si è laureata in Giurisprudenza nel luglio 2017 con votazione finale di 110/110 con Lode presso l’università “Carlo Cattaneo- Liuc” sita in Castellanza con la seguente tesi in diritto penale “I nuovi delitti di omicidio e di lesioni stradali:analisi normativa e problemi applicativi”.


Dall’ottobre 2016 fino luglio 2017 ha conseguito un tirocinio formativo in qualità di laureanda presso il Tribunale di Varese nella Sezione Penale ufficio Dibattimento.

Dall’ottobre 2017 a marzo 2019 ho svolto tirocinio ai sensi dell’art.73 DL n. 69/13, convertito con L. n.98/13 presso il Tribunale di Varese, Sezione Penale ufficio Dibattimento, pratica riconosciuta ai fini di accesso al concorso di Magistratura .

Dal settembre 2017 collabora con lo studio dell’Avv. Cremona, prima in qualità di praticante abilitata, poi, quale avvocato a seguito del superamento dell’esame di abilitazione per l’esercizio della professione forense presso la Corte d’Appello di Milano in data 2.11.2020.

E’ iscritta all’Albo degli Avvocati dell’Ordine di Busto Arsizio dal 25 gennaio 2021.

 

 

 

DOTT.SSA CARLOTTA CALEMME

La dott.ssa Carlotta Calemme si è laureata in Giurisprudenza il 19 luglio 2019, con la votazione 110/110 con lode presso l’Università degli Studi dell’Insubria, con tesi in Diritto penale commerciale dal titolo “I Bitcoin: la nuova frontiera del reato di riciclaggio. Prospettive normative e circolazione dei modelli giuridici”.

Dall’ottobre 2018 al luglio 2019 ha svolto il tirocinio formativo presso il Tribunale di Varese, Sezione Penale ufficio Dibattimento

Dal luglio 2019 al gennaio 2021 è stata tirocinante ex art. 73 d.l. 69/2013 (convertito con L. n.98/13) presso il Tribunale di Varese, Sezione Penale ufficio Dibattimento. Il tirocinio presso gli Uffici giudiziari, concluso con esito positivo, è titolo di accesso al concorso di Magistratura.

Dal gennaio 2020 collabora con lo studio dell’Avv. Cremona, ove ha svolto la pratica forense. È iscritta al Registro dei praticanti abilitati dell’Ordine degli Avvocati di Busto Arsizio dal 15 marzo 2021.

Da dicembre 2019 è cultore della materia in Diritto penale (Settore scientifico disciplinare IUS/17) presso l’Università degli Studi dell’Insubria Varese-Como.

Dall’ottobre 2020 è dottoranda di ricerca in Diritto e Scienze Umane, curriculum di diritto penale, presso l’Università degli Studi dell’Insubria (Tutor Prof.ssa Chiara Perini) con un progetto di ricerca in Diritto penale commerciale dal titolo “Blockchain: la nuova frontiera dei reati economici”. Nell’ambito del dottorato collabora con le cattedre di Diritto penale di Varese e Como.

A partire da aprile 2021 è operatore giuridico esperto nell’ambito del progetto svolto in collaborazione da Polis Lombardia e il CeSGReM (Centro Studi sulla Giustizia Riparativa e la Mediazione, istituito presso l’Università dell’Insubria) su incarico del Garante Regionale per le vittime di reato, volto alla mappatura delle associazioni presenti sul territorio lombardo impegnate nella tutela delle vittime e all’elaborazione di linee di indirizzo per la protezione di queste ultime.

È autrice di pubblicazioni in Diritto penale dell’ambiente.

Buona conoscenza dell’inglese e francese, sia scritto che parlato.